pensieri ed immagini della mia vita

Articoli con tag ‘Rum’

Intervista a mondoteo

Oggi accantono un’attimo il piccolo taccuino di appunti di viaggio per proporvi l’intervista pubblicata settimana scorsa da Carlo L’antiviaggiatore. Intervista nata così per caso rispondendo a qualche post su un groppo di facebook che parla di blog e viaggi nel quale si discuteva su quali libri erano da portare in viaggio, io scrivevo che i libri di Salgari erano un’ottimi compagni durante un roadtrip in Asia, da li ne è nata una divertente chiaccherata su avventure salgariane e viaggi che si è poi trasformata nell’ intervista che potrete leggere cliccando sulla foto qua sotto, buona lettura!

 

#Salgari, #Asia, #Amoviaggiare

Appunti di viaggio: Saluti e baci,riflessioni sulla via del ritorno a casa.

Il tempo mi è volato via che neanche me ne sono accorto,alla fine di tutto il tempo che abbiamo a disposizione,giri come la giri non basta mai,guardate le vacanze quando cominci finalmente a fare pace con te stesso e con il mondo che devi fare i bagagli e tornare a casa.

 DSC03521

Questi pensieri affollano la mia mente,ogni volta mi riprometto di fare tesoro di questo poco tempo in cui non mi dovevo affannare,ma come avevo detto prima una volta che ricominci a girare sulla giostra della routine ci dimentichiamo dei nostri pensieri positivi,capita pure a me……per questo che scrivo questo piccolo diario di viaggio e in questi mesi ve l’ho proposto in piccole pillole,sicuramente scarno d’informazioni pratiche ma pieno di momenti significativi che oltre a confortarmi nei miei momenti di stress spero vi abbia fatto un pò sognare.

Ciao Giamaica,ciao alla sua gente fiera e cortese piena di sogni e saggezza,ciao a tutte le persone che ho incontrato in questo mio percorso ogniuno di voi mi ha insegnato qualcosa,porterò nel cuore sempre questa piccola isola nel mar dei Caraibi e sempre accendi nel mio cuore fantasie piratesche di un bambino di 34 anni.

Appunti di viaggio: Sopra e sotto l’azzurro mare

I giorni di Homers cove sono un piccola vacanza dalla vacanza,il bello di alzarsi e non avere programmi,cose da visitare o persone da incontrare,essere pigri ed abbandonarsi su un’amaca a leggere un libro oppure sdraiarsi al sole come una lucertola a godere del dolce tepore caraibico,una mattina mi hanno chiesto se volevo prendere il largo con dei pescatori locali per una piccola battuta di pesca,niente di che intendiamoci,c’era da controllare le trappole per crostacei piazzate un paio di miglia fuori dalla baia se erano piene,dato che la cosa non mi dispiaceva accettai con gioia.

DSC03552

Il motoscafo borbottava e tagliava le onde come un coltello caldo el burro,il mare gentile ha reso se vuoi la nostra navigazione dolce,alla mia sinistra il sole si rifletteva nei flutti con esplosioni dorate nel blu intenso del mare,alla mia destra la scogliera consumata dalla furia del vento e dalla forza delle onde che si abbattono come un martello sulle rocce,più in la colline verdi coperte da una folta e lussureggiante foresta,non c’è vento oggi ma solo una leggera brezza che ti rinfresca dal calore del sole che picchia forte sulle nostre teste.Una mattina perfetta per navigare e pescare,una dietro l’altra le trappole sono state tirate a bordo e il duro lavoro di questa gente semplice è stato premiato con granchi reali,aragoste e pesci a volontà la cena era assicurata quindi si poteva tornare al sicuro nella baia e scaricato il frutto del nostro lavoro.

DSC03512 DSC03516

Dopo essermi procurato la cena ho preso pinne maschera e boccaglio e mi sono tuffato per una piccola escursione di snorkeling,cominciando lentamente da riva mi dirigo verso il mare aperto e già in 30 cm d’acqua i primi pesciolini cominciano ad osservarti curiosi nell’ecosistema queste piccole baie fungono come una nursery cioè i pesci depongono li le loro uova in modo che i piccoli non vengano mangiati da pesci più grandi e un folto tappeto di poseidonia fornisce riparo e cibo,man a mano che mi avvicino al mare aperto la poseidonia lascia il posto ai coralli,le acque si fanno più profonde e fredde,ed intorno a me sciamano colaritissimi pesci chirurgo,pesci tigre e moltissime altre coloratissime varietà,un pesce leone mostra minaccioso la sua corona di spine velenosissime,segno che non vuole essere disturbato,non mi avvicino perchè la puntura di questo pesce è dolorosissima quindi procedo lentamente cercando di disturbare il meno possibile.

DSC03553

Come un bambino mi diverto un mondo ad immergermi in apnea e rincorrere i pesci,appostarmi vicino agli scogli sommersi per osservare quella vita così colorata e meravigliosa,avrei voluto tanto incontrare una sirena per farmi portare a vedere le più segrete meraviglie di questo mondo sommerso cacciare tesori dimenticati nel tempo ma alla fine il vero tesoro è la felicità e la meraviglia che ti prende in questo mondo azzurro e mestamente torno di nuovo verso la riva per tornare al mio mondo anche se son sicuro che tornerò nei giorni grigi a quella volta che sono fuggito dalla terra per entrare nel ventre del mare per carpirne la sua bellezza,la sua magia ed il suo segreto.

Appunti di viaggio: Cielo stellato,IRIE fm,Blackwell rum e riflessioni a lume di candela.

15964_339637160175_790425175_9992853_6036944_n

La vita quotidiana di Homers cove scorre lentamente tra mille impegni,chi coltiva l’orto,i pescatori che sistemano le loro imbarcazioni per la successiva battuta di pesca,si fa quasi ora di cena e il cielo comincia ad imbrunire,e gli airono passeggiano per la baia con quel loro portamento aggraziato ed altezzoso alla ricerca di un ultimo pasto prima di tornare al nido per la notte e pian piano i rumori delle fatiche quotidiano lasciano il posto al silenzio,il sole termina la sua passeggiata nel cielo tuffandosi in mare accendendo il cielo di fuoco,emozione pura apro il cuore e lascio entrare tutto il calore che posso sento l’anima che vibra ed i nervi che si sciolgono come la neve al sole.

DSC03530

Dopo cena si accendono le candele si prepara una buona infusione di lemon grass ci si sistema comodi e ci si versa un paio di bicchierini di rum,la vecchia radiolina è sintonizzata su IRIE fm unico ponte con la modernità qua dove non c’è la linea telefonica e la televisione è roba da ricchi riempe il vuoto di compagnia prendendoti per mano e trasportandoti in un mondo di immagini e pensieri liberi.Uno spliff pende dalle mie labbra,la radio stasera ha una programmazione da paura old rocksteady ska e root raggae la magia dello spliff comincia ad accordare le vibes della musica con le corde del mio animo note dolci si espandono mentre all’orizzonte di dissolve l’ultimo raggio di sole e lascia il posto alle stelle ed alla luna che stasera sembra un sorriso d’argento che illumina il cielo e la baia.

DSC03549

Mi verso un’altro pò di rum lo annuso tuffandomi nel suo intenso aroma e dopo il primo sorso bocca e esofago bruciano ma per poco,giusto il tempo che serve al distillato per rivelare il suo carattere,al palato si rileva il lungo invecchiamento in botte mmmmm…………buon segno………i vapori che salgono dalla gola bruciata dallo scendere del rum rivelano un retrogusto con note di vaniglia e scorze di arancie amare………..mmmmmmmm………eccellente!!!

Riaccendo lo spliff e via easy skunkin,due boccate ed espiro quel fumo speziato,la brezza comincia a spirare dal mare e ganja musica e rum cominciano a giocherellare con i miei sensi,pensieri guizzano veloci come minuscoli colibrì ,barlumi di ricordi una dormiveglia ad occhi aperti fino a che le eco di voci lontane che si avvicinano e si allontanano sino a diventare impercettibili brusii poi più nulla per poi alla fine rendersi conto che quello che stavamo ascoltando era il mondo che ci parlava con un linguaggio onirico fatto di colori suoni e profumi.Il cielo era pieno di stelle e le stelle cadevano copiose dandomi la possibilità di esprimere i desideri più improbabili e sciocchi,Giove e l’Orsa maggiore danzavano per la volta e di nuovo ero catapultato nella dormiveglia ad occhi aperti e in un lampo mi ritrovo ad osservare luci che danzavano all’orizzonte,i pescatori avevano preso il mare per la battuta di pesca le loro lanterne li facevano sembrare lucciole che volavano a pel d’acqua.

Un’altro sorso ed il rum stavolta scende liscio lasciando la bocca dolce,ci vorrebbe del ottimo cioccolato fondente e qualche carezza,ma la notte è troppo bella per sprecarla a pensare a quello che non sarà mai nella mia vita,mi ci vuole un’altro sorso e una buona boccata del mio spliff per squarciare i pensieri scuri,brindo a tutto l’amore e la felicità che c’è in ogni angolo di mondo.Il tempo torna a scorrere bizzarro e volo via di nuovo a pelo d’acqua per poi catapultarmi in alto nel cielo vedo quest’isola pulsare e sorridermi vibrare e trasmettermi la sua vita semplice fuori dalle stupide ossessioni che prendono il cuore dell’uomo.

IRIE fm……cielo stellato,una candela e del buon vecchio rum un spliff…..

easy skunkin e buona notte.

Appunti di viaggio: Da Port Antonio a Homers cove

I giorni di Portie sono volati via in un soffio,mi hanno lasciato dentro ottime vibes,l’atmosfera che c’è in città è molto meno turistica e caotica rispetto a Ocho rios,mi mancherà passeggiare tra la marina e Fisherman’s bay,spingermi fino al faro per sedermi ai suoi piedi e accendermi lo spliff e guardare il mare gonfiarsi ed infrangersi sulla scogliera,godere della pace di questo angolo di paradiso,ma era ora di partire.Il tempo di ributtare le mie cose nello zaino e salutare i miei nuovi amici ed ero di nuovo in strada per prendere il route taxi che mi avrebbe portato verso l’ultima tappa della mia Jamaica on the road………

DSC03479

Homers cove una piccola baietta sulla costa sud orientale lontana dal casino delle rotte turistiche un piccola area rurale che vive ancora di pesca e con la coltivazione del tabacco,la il tempo sembra fermarsi sembra di entrare in un’altra dimensione dove l’animale uomo rientra in sintonia con la natura,mi aspettavano una decina di giorni easy.

Dopo un lungo viaggio sono arrivato nel primo pomeriggio e varcando il cancello del giardino di Sandy e Dillo è stato un pò come tornare a casa erano passati due anni dalla mia prima visita a questo posto e spesso mi sono ritrovato a pensare con nostalgia a quei giorni nel mezzo del casino che è la vita moderna,ero emozionato e felice nel vedere che era tutto uguale familiare caldo sicuro,la parte più bella di questo viaggio quella dove mi rilasso e mi crogiolo nella pigrizia e finalmente spengo un pò il cervello e vivo di cuore.

DSC03474

Appunti di viaggio: School complaination

Fin da bambino ho sempre sentito dire che i neri hanno la musica nel sangue,può sembrare una frase stereotipizzante e anche un pò razzista,ma in realtà lo trovo abbastanza calzante.Il ritmo e la musica o i suoni erano tra le prime forme di comunicazione che l’uomo abbia mai usato,nella cultura tribale africana la musica ha molteplici funzioni culturali,attraverso la musica tramandano tradizioni,raccontano storie esprimono la loro cultura e la loro storia.

Il raggae non è solo musica ma è l’evoluzione di questa tradizione orale e un modo che hanno i giamaicani per raccontare la loro storia la loro quotidianità la loro cultura.Questo pensiero me lo ha messo in testa la piccola Lilly,la figlia di Bianka la ragazza che mi ha ospitato nel mio soggiorno a Port Antonio,che per esprimere la sua avversione per la scuola ha scritto una canzone che cantava di continuo,anche io ai miei tempi da studente non amavo andare a scuola come tutti penso.Il sogno della piccola Lilly è quello di diventare una diva come Beyoncè e a 12 anni ha già una sua band e canta anche in un duo con la sua amica Kelly e si fanno chiamare “the crazies” ovvero le pazze.

DSC03470

Sentendole tutti i giorni provare e cantare,un giorno per ridere le ho detto che e avrei registrate e avrei montato un video che avrei caricato sul mio canale youtube………

NON L’AVESSI MAI FATTO………

la piccola popstar mi ha preso terribilmente sul serio e tempo zero comunicato la notizia alla sua socia hanno raddoppiato le prove……era così felice,andava ingiro ripetendo che avrebbe avuto il suoprimo video e sarebbe stata una celebrità nella sua scuola!!!Purtroppo i mezzi tecnologici a mia disposizione si limitavano al mio lettore mp3 che registra file audio e un fotocamera digitale con la batteria scarica,quindi ho messo in mano il registratore alle ragazze e dalla traccia audio e un po di foto scaricate da internet ecco a voi il video di School complaination by Lilly feat. Kelly!!!

Di sicuro alle ragazze la grinta non manca e penso alla fine di tutto non importa se la canzone merita o meno,quello che mi ha fatto piacere e che due bimbe per un giorno si sono sentite dive!La musica e la fantasia di bambine che altro sarebbe servito!?

Appunti di viaggio:Trekking sul Rio Grande

Mi piace svegliarmi presto la mattina quando viaggio,fare colazione che nel mio caso era una noce di cocco e un pacchetto di  chocolate chips,latte di cocco farsi un bel caffè e la prima bomba della giornata,dopo colazione una mattina Dwayne mi ha proposto di fare una passeggiata giù al fiume,la proposta mi allettava quindi preparato lo zaino infilate le scarpe ero pronto alla passeggiata sul Rio Grande che nasce ad una quota di 900 mt nelle Blue Montain e nel suo letto dove scorre placido fa da confine naturale con le John Crow Mountain.

DSC03432

La nostra passeggiata è cominciata alla foce del fiume dove le acque dolci si tuffano nelle turchesi acque caraibiche,la placida calma del fiume ed il moto irrequieto del mare colpito dai raggi intensi del sole faceva esplodere scintille dorate a fior d’acqua,abbiamo cominciato a seguire l’argine e pian piano ci siamo allontanati dal mare per addentrarci nell’entroterra.La giornata aveva preso una piega decisamente positiva,camminavano tra massicciate e guadi,ogni tanto trovavamo pescatori con fiocine artigianali a pesca di gamberetti,il fiume era incorniciato da una verde brillante foresta tropicale rigogliosa,il vento piegava le folte fronde sembrava un mare verde che si muoveva pigro e portava a noi il profumo di sottobosco e fiori,il verso di qualche uccello tropicale che rompeva il silenzio che regnava in quei luoghi.

DSC03440 DSC03442

DSC03443

Il periodo migliore per cimentarsi in questa passeggiata è novembre perchè è un periodo relativamente secco e la portata del fiume è ridotta rendendo il percorso a ritroso molto più semplice,la risalita è una avventura in mezzo una bella natura selvaggia e non ancora contaminata,la mia fantasia volava via libera immaginavo piratesche avventure alla ricerca di tesori nascosti nel cuore della giungla,quel giorno il mio tesoro splendeva intorno a me pieno di vita e colore.Dwayne ed io non abbiamo parlato molto e penso che non ce ne fosse bisogno la natura ci stava parlando e noi come bravi scolaretti imparavamo la nostra lezione.

Guadavamo e comminavamo su enormi massicciate di pietre tonde levigate dal paziente lavoro dell’acqua superavamo anse di acqua freca e cristallina che ti invitavano a spogliarti e a rinfrescarti dai caldi raggi di sole che ci picchiavano forti in testa a quell’ora del giorno avevamo gia percorso quattro miglia e dopotutto una piccola pausa ce la meritavamo.

DSC03545

Un tuffo che porta via ogni stanchezza e rigenera le energie per poi stendersi all’ombra della foresta a fumare un pò di ganja e ascoltare il silenzio della natura,una volta rinfrescati ci siamo rimessi in cammino perchè ci mancavano almeno altre cinque miglia prima di arrivare al primo paese Barridale dove ci siamo fermati per berci una bella bottiglia d’acqua ghiacciata prima di affrontare il viaggio di ritorno anche perchè le ore di luce a nostra disposizione scarseggiavano e abbiamo dovuto forzare la marcia.

Siamo arrivati a casa giusto in tempo per  godere del bel tramonto sulla Buff Bay

DSC03461

La giusta conclusione di una giornata fantastica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: